La nostra storia


Salesiani per il Sociale, Federazione SCS/CNOS (Servizi Civili e Sociali – Centro Nazionale Opere Salesiane) è un’associazione non profit costituita nel luglio del 1993. Voluta e guidata dai Salesiani d’Italia come strumento civilistico a sostegno della dimensione pastorale del disagio  e della povertà educativa, si ispira a San Giovanni Bosco, il prete torinese che dedicò la sua vita ai giovani poveri ed emarginati.

Copertina_pagina_storia_1


La Federazione è composta da 88 organizzazioni (soci ordinari) diversificate in enti ecclesiastici, organizzazioni di volontariato, associazioni e cooperative sociali presenti su tutto il territorio nazionale:
  • 31 Comunità residenziali (case famiglia, comunità alloggio e semiautonomia)
  • 30 Centri Diurni per minori e giovani
  • 17 Centri di accoglienza ed accompagnamento contro le dipendenze
  • 783 gli operatori qualificati
  • 102 Soci Sostenitori che svolgono attività educative legate principalmente al Servizio Civile
  • 2032 volontari che prestano il loro servizio gratuitamente, avendo a cuore i giovani in particolare quelli che dalla vita hanno avuto di meno!
A portare avanti l’azione di Don Bosco non ci sono solo i salesiani consacrati, ma anche molti laici che si riconoscono nel carisma del Santo torinese facendo proprio l’agire educativo salesiano, il “sistema preventivo”.

Copertina_pagina_storia_2

Oggi Salesiani per il Sociale – Federazione SCS/CNOS

  • Coordina, sostiene e promuove le attività dei propri soci operanti nell’area del volontariato, del disagio e dell’emarginazione giovanile
  • Mette in rete e in sinergia i livelli periferici tra loro e contestualmente con la struttura centrale
  • Organizza e coordina il Servizio Civile Nazionale per l’accoglienza di giovani nei centri e nelle attività salesiane
  • Progetta e attua lei stessa gli interventi a favore dei minori e dei giovani, in particolare di coloro che si trovano in condizioni di emarginazione, disagio ed esclusione sociale
  • Promuove e collabora in azioni di advocacy a favore di minori e degli ultimi

L’articolo 2 delle Costituzioni Salesiane identificano ogni salesiano come “un essere nella Chiesa segno e portatore dell’Amore di Dio ai giovani, specie ai più poveri”, per questo la dimensione del disagio e dell’emarginazione è presente in tutte le opere salesiane
Scopri come siamo organizzati

 


Nel 2016 i Salesiani per il Sociale hanno raggiunto
quasi 25.000 minori, poveri ed emarginati

Scarica il nostro e-colourbook! È gratis!

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien